La Regina “povera” dei tuberi

0
1952
La Regina “povera” dei tuberi
3 (60%) 208 votes

Le Patate (Solanum Tuberosum) appartengono alla famiglia delle Solanacee e sono piante erbacee la cui parte commestibile è costituita da tuberi che crescono sotto terra.
Originarie dell’America Meridionale (Perù), dove la civiltà degli Incas ne faceva uso già dall’antichità indicandole con il nome “papa”, le patate furono introdotte in Europa dagli Spagnoli, più esattamente dal conquistatore Francisco Pizarro, che nel XVI secolo ne portò in dono alcune piante al Re di Spagna.
Già dai tempi più remoti, questa regina indiscussa tra i tuberi gode dunque di una certa considerazione grazie alle sue proprietà curative e nutrizionali ed agli effetti benefici che ha sul nostro organismo.
L’abbondanza di potassio in essa contenuto si rivela molto utile in caso di ipertensione mentre il suo succo, poiché riesce a neutralizzare i succhi gastrici, risulta essere utile in caso di dolori allo stomaco e gastrite.
Le patate hanno inoltre proprietà lenitive e anticongestionanti, può quindi risultare benefico applicarne le fette crude sulla pelle in caso di irritazioni, arrossamenti e prurito.
Un’altra interessante caratteristica di questo tubero tanto “povero” quanto amato (piace praticamente a tutti!) è la sua versatilità; si presta infatti alla preparazione di una notevole quantità di pietanze diverse.
Patate a pasta gialla hanno una polpa più compatta e sono perciò più adatte per fritture, per essere cotte in forno o lessate; quelle a pasta bianca, più farinose, sono adatte alla preparazione di gnocchi, puré, soufflé e pasticci.

Come conservare le patate? Al momento dell’acquisto è consigliabile scegliere patate con la buccia priva di macchie, spaccature o screpolature e che siano prive di germogli. Le patate andrebbero poi conservate in luoghi bui, per evitare la formazione di germogli, che contengono solanina, un alcaloide dannoso per il corpo umano.

CURIOSITÀ

Le patate vengono impiegate non solo come alimento ma anche come cosmetico. Le sue proprietà possono infatti essere sfruttate con impacchi per riposare gli occhi stanchi.

 

RICETTA

Arriva sulla bacheca FoodCrossing di 100% Fitness Magazine una nuova ricetta! Ringrazio la signora Patrizia per averci inviato un must della cucina napoletana, un piatto “povero” ma intramontabile!

Pasta e patane azzeccata (con provola!)

Ingredienti (per 4 persone)

  • 300 g di pasta mista corta di Gragnano IGP
  • 800 g di patate
  • Olio extra vergine d’oliva
  • 200 g di provola
  • 100 g di pancetta
  • pomodorini del piennolo
  • basilico
  • una costa di sedano
  • una cipolla bianca
  • uno spicchio di aglio
  • parmigiano reggiano q.b.
  • pepe nero q.b.
  • sale q.b.

Preparazione

Soffriggere in una pentola piuttosto profonda la cipolla tagliata finemente, con il sedano e l’aglio tritato. Lasciar imbiondire, avendo cura di non bruciare la cipolla.
Aggiungere le patate e la pancetta, precedentemente tagliate a tocchetti.
Lasciar cuocere per qualche minuto, facendo attenzione che non si attacchi nulla al fondo della pentola.
A metà cottura delle patate, aggiungere i pomodorini tagliati a pezzi, che serviranno solo per dare un po’ di colore al piatto, sale, pepe e continuare la cottura mescolando.
Aggiungere le foglie di basilico spezzettate.
Quando le patate saranno cotte, aggiungere l’acqua per la cottura della pasta e portare ad ebollizione aggiungendo, se necessario, un altro po’ di sale.
Buttare la pasta e portare a cottura sempre mescolando. Spegnere il fuoco ed aggiungere la provola tagliata a tocchetti, mescolando fino a che sarà azzeccata.
Aggiungere il parmigiano e servire.
Buon Comfort Food!

 

di Anna Maione

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here