A Pasqua fai la scelta giusta per grandi e piccini

0
1883
A Pasqua fai la scelta giusta per grandi e piccini
2 (40%) 140 votes

Uova e colombe: due dolci molto amati da piccoli e grandi

L’uovo, simbolo di vita e di rigenerazione, è uno dei principali simboli della Pasqua. E quello di cioccolato è una gioia per i nostri bambini. Ma quanto incide sul pasto dei giorni di festa? Sul piano dell’apporto calorico, il cioccolato rappresenta un vero concentrato d’energia. Ecco perché, se il bambino tende al sovrappeso, occorre fare molta attenzione affinché non ecceda nel consumo.
A fianco dell’uovo, troviamo la colomba, simbolo di pace e dolce conosciuto in tutto il mondo. Anche in questo caso le calorie sono un problema e, in alcuni casi, anche il lievito e la farina di grano, ai quali spesso i bambini sono intolleranti. Quindi, per entrambi, possiamo dire: sì, diamoli al bambini ma con moderazione, al momento giusto e occasionalmente.

Il cioccolato contiene ferro

E non solo! Sono presenti anche magnesio e antiossidanti, tutti necessari per la sua crescita. E se il cioccolato è al latte, apporta anche calcio, necessario per la crescita.
Dolci pasquali a confronto.
Ecco i migliori!
Buoni ma ipercalorici, possono comunque essere dati ai bambini, seppur con moderazione. Ecco come individuare quelli più adatti al loro benessere.

Gli ingredienti più sani

Da un punto di vista puramente nutrizionale, la colomba è simile al panettone: la ricetta tradizionale la vuole fatta con farina, tuorlo d’uova, zucchero, burro, scorze di agrumi canditi, lievito naturale, aromi naturali, bacche di vaniglia e miele. È un dolce calorico con un alto contenuto lipidico e glucidico e, a causa della presenza di uova e burro, è da limitarsi nei soggetti che soffrono di ipercolesterolemia (oggi presente anche nei bambini). Meglio darla ai bimbi lontano dai pasti principali, per esempio a colazione, con una tazza di latte e caffè d’orzo (i liquidi aumentano notevolmente il senso di sazietà). Ideale anche a merenda, con un succo di frutta naturale senza zucchero aggiunto.
Ecco ora qualche consiglio per scegliere bene l’uovo di cioccolato da far mangiare ai nostri figli. La prima cautela e quella di evitare i tipi venduti sfusi che potrebbero essere stati adulterati con aggiunta di destrine, farine, fecole, gusci di cacao ecc. Ricordiamoci, infatti, quando leggiamo le etichette, che gli ingredienti base del cioccolato sono due: il cacao puro e il burro di cacao cui possono essere aggiunti zucchero, latte, frutta secca o altri aromi.
Per legge, il contenuto di zuccheri non deve superare il 65% e quello delle sostanze grasse non deve essere inferiore al 15%. Finora il burro di cacao era l’unica materia grassa vegetale che poteva essere mescolata al cioccolato. Da qualche anno, però, l’Unione Europea ha previsto la possibilità di aggiungere fino al 5% di grassi vegetali meno nobili e provenienti soprattutto da piante asiatiche come l’olio di palma, il karité e il burro di mango o di kokum. Un’aggiunta che va comunque specificata in etichetta. L’indicazione da cercare per sapere se sono stati aggiunti grassi vegetali è la scritta “contiene msg”, che sta per materie grasse di sostituzione.

E le farciture? Meglio evitarle, sono ricche di grassi e calorie

Negli ultimi anni le aziende produttrici di dolci stanno affiancando alla colomba tradizionale prodotti più elaborati, farciti con creme di vario genere e glassate con varie coperture.
Questi prodotti sono in genere più scadenti rispetto alla colomba tradizionale, perché le creme e le glasse fanno uso di oli o grassi vegetali (di seconda scelta rispetto al burro) o addirittura dei grassi idrogenati nocivi anche e soprattuto per la salute dei bambini. Sicuramente è meglio puntare sulla colomba tradizionale, in ogni caso è sempre bene leggere gli ingredienti e scegliere prodotti più sani. Altri ingredienti da valutare negativamente sono: conservanti (soprattutto sorbati, per i canditi) e coloranti.

Via la glassa. Così risparmi fino a 50 kcal a porzione!
Fatta con zucchero e chiare d’uovo, apporta finoa 35O kcal per 100g.

E se avanzano? Usali per preparare un dolce

Con il mixer trita 50 g di uovo di cioccolato e 200 g di colomba, unisci 200 g di yogurt e 2 tuorli e amalgama bene. Versa in uno stampo e fai cuocere in forno a 180 °C per 25 minuti.

Bambini in sovrappeso e dolci. I consigli del nutrizionista

Vietare i dolci non serve a nulla: basta non esagerare. L’Istituto di ricerca per l’alimentazione dei bambini di Dortmund raccomanda, a seconda dell’età e dello sviluppo del bambino, una piccola porzione di dolci al giorno (meno di 50 g), come una fettina di torta casalinga, un piccolo gelato o al max 2 zollette di zucchero.
Merenda e spuntini “dolci”: i cosiddetti “prodotti per bambini” sono proposti come alimenti particolarmente adatti ai più piccoli. Purtroppo però spesso contengono troppi zuccheri e troppi grassi. Ecco perchè per la merenda gli esperti in materia consigliano piuttosto frutta, verdura, latte, yogurt e pane con marmellata dolcificata con miele.

 

di Francesca Maresca

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.