Un uomo con il seno ovvero la ginecomastia maschile

0
4625
Un uomo con il seno ovvero la ginecomastia maschile
4 (80%) 74 votes

Capita spesso, in spiaggia o in palestra o in altri luoghi dove ci si scopre, di osservare uomini che presentano un evidente rigonfiamento della ghiandola mammaria. In questi ultimi anni si assiste ad un numero sempre maggiore di uomini, soprattutto in sovrappeso od obesi, con tale alterazione.
Trattasi di ginecomastia maschile; quest’ultima non è altro che un’anomalo accumulo di tessuto adiposo nella regione dei muscoli pettorali spesso accompagnato dal loro cedimento.

[alert_box style=”message” close=”no”]Ci sono varie classificazioni della ginecomastia, tra esse osserviamo la:

  1. Ginecomastia Puberale: processo fisiologico e reversibile osservabile in età puberale dovuto alla tempesta ormonale di tale periodo;
  2. Ginecomastia Falsa: (tipicamente degli adulti soprattutto over “anta”) caratterizzata da un accumulo di tessuto adiposo nella zona mammaria [/alert_box]

Le cause della ginecomastia maschile possono essere:

  1. Ormonali: conversione del testosterone in estradiolo con la complicità dell’enzima aromatasi; squilibrato rapporto testosterone/estrogeno, aumento della prolattina che è un ormone regolato dall’ipofisi posteriore, aumento del cortisolo dovuto allo stress, ipotiroidismo;
  2. Da assunzione di farmaci: soprattutto steroidi anabolizzanti;
  3. Da errata alimentazione: da alimentazione ricca di cibi simil-estrogenici o che innescano produzione di estrogeni o che alterano il rapporto testosterone/estrogeno;
  4. Da scarsa o eccessiva attività fisica: soprattutto l’eccesso aerobico che deprime sul medio-lungo periodo la produzione endogena di testosterone;
  5. Da grasso viscerale: grande produttore di estrogeno e sostanze pro-cancerogene quali le citochine.

[alert_box style=”message” close=”no”]Con l’ausilio di un’ecografia del petto è possibile discriminare una ginecomastia vera da una falsa.[/alert_box]

Il trattamento d una ginecomastia varia a seconda del tipo e della gravità; nel caso di una ginecomastia vera, il soggetto consulta il suo medico di base, il quale si orienta sulla somministrazione di farmaci anti-estrogeni o, come estrema ratio, sull’intervento chirurgico.

La ginecomastia falsa può essere affrontata su più fronti:

  1. Evitare o ridurre i cibi simil-estrogenici quali la soia, le parti grasse e frattaglie di animali trattati con antibiotici e steroidi anabolizzanti;
  2. Evitare che il soggetto, quasi sempre sovrappeso od obeso, ingrassi ulteriormente innescando il meccanismo di conversione testosterone- estrogeno;
  3. Ridurre per quanto possibile lo stress;
  4. Fare attività fisica senza cadere nell’eccesso e senza far prevalere quella aerobica su quella anaerobica.

In Palestra spesso vedo qualche soggetto con ginecomastia falsa allenare i pettorali con serie composte da ripetizioni medio-lunghe o fare molta attività aerobica sui simulatori (tapis roulant, cyclette, ellittiche, ecc).
Personalmente non sono d’accordo nè convinto su tale procedura, perchè come già scritto, alla lunga non agisce favorevolmente sul testosterone, nè sul rapporto testosterone-estrogeno.
Io consiglio a tali soggetti di affidarsi ad un Trainer esperto in tali problematiche che lavori in sinergia con Medico e Dietologo.

 

di Nello Iaccarino

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.