Il lato “B” della crisi

0
1795
Il lato “B” della crisi
1 (20%) 103 votes

Ormai il disco è uguale dappertutto, la cantilena è la stessa chiunque la canti: politici, amministratori, faccendieri e incantatori di popolo.
L’altra facciata, ovvero la B come nei vecchi dischi in vinile è incredibilmente poco “valutata” ma ha comunque il suo fascino. Il lato “B” uomo della crisi c’è e può ritenersi una grande opportunità per tutti.
Certo! Sono cosciente di essere provocatorio per molti o forse troppo ottimista per altri, ma preferisco e vi invito a “cavalcare” la galoppante crisi anzichè subirla.
Uno degli aspetti che sottolineo piacevolmente ed è una conseguenza della crisi stessa è che mai come oggi il denaro ha costi bassissimi, certo le garanzie da offrire sono molto spesso ancora smisurate ma è pur vero che i tassi di interesse sono ad un minimo storico. Strada spianata hanno oggi “grazie” alla crisi, le giovani coppie, single, o qualsiasi persona che cerca autonomia o voglia di costruire qualcosa o semplicemente cerca di esprimersi interpretando i propri spazi.

A secondo degli obiettivi o delle ambizioni, o per meglio dire delle possibilità, due stanze, cucina e bagno (salvo centro storico o location di prestigio) non hanno costi proibitivi, nè fuori da ogni logica commerciale come qualche anno fa succedeva. La crisi in effetti ha sgonfiato un bel pò i prezzi e anche le pretese stesse.
Ovviamente occorrono sacrifici sia per l’acquisizione, sia per l’eventuale ristrutturazione e non ultimo l’arredo.
Direi inoltre che proprio “grazie” alla crisi o se vi pare alle tendenze socio-economiche chi dispone della seconda casa resasi ormai onerosa, tende ad immetterla sul mercato in fitto o magari in conto vendita agevolando proprio chi cerca la prima.

Per chi è o sta per arrivare alla fase del progetto d’arredo, a parte i finanziamenti in sede in soli 24 ore, esistono e comunque sussistono ampie agevolazioni fiscali che spronano chi progetta e chi vive il progetto stesso. A me il compito di far in modo che il design e soprattutto quello italiano entri nelle vostre case con orgoglio e onore a quanto sa fare l’industria italiana nel mondo dell’arredamento.
Oggi tutto quanto concerne l’arredo rientra in agevolazioni che si trasformano in stupende opportunità, dalla poltrona per la nonna che può avere un’iva agevolata alla cucina componibile per la neo sposina, fino al nuovo divano per chi ha semplicemente voglia di piccoli “ritocchi” d’arredo.

Quindi! A scanso di equivoci sarà planetaria, sarà provinciale, breve o interminabile, lascerà la scia come una stella cometa o forse ci farà sognae come una stella cadente, io preferisco il lato “B” di questa crisi. E voi?!?

 

di Francesco Esposito

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.