Adottare un cucciolo per Natale?

0
3098
Adottare un cucciolo per Natale?
5 (100%) 87 votes

Il periodo delle feste di Natale è quello in cui più facilmente ci si appresta a prendere un animale in casa, vuoi per soddisfare le richieste dei figli vuoi perché inteneriti dai numerosi cuccioli esposti nei negozi come pupazzi. Infatti, ogni anno, a Natale, raddoppia il numero di cuccioli di cane e di gatto acquistati e, secondo l’AIDA (Associazione Italiana Difesa Animali e Ambiente), sono oltre 350.000 gli animali venduti, per non parlare di quelli acquistati on line, spesso accompagnati da certificazioni veterinarie falsificate o importati illegalmente e, spesso, malati o stressati da viaggi massacranti dai Paesi dell’Est Europa. Passata l’euforia delle feste ecco però che – dati alla mano – il 40% dei cuccioli si ritrova senza casa.

Accogliere un animale in casa è una scelta responsabile, che va ponderata sotto ogni aspetto. Il cane o il gatto non deve arrivare a casa come un pacco dono, ma adottare un cucciolo vuol dire aggiungere alla propria famiglia un nuovo componente.
Sembra paradossale ma elencheremo adesso numerosi motivi per cui non adottare un cucciolo:
un cucciolo comporta responsabilità per grandi e piccini; combina piccoli e grandi disastri; sporca; va educato; ha bisogno di tempo e di attenzioni; dipende in tutto e per tutto da voi; non c’è un giorno in cui si può dire: ”Oggi sono stanco, non voglio portarlo a spasso o fargli da mangiare”; ultimo, ma non meno importante, è che cresce e – sarà banale – quel tenero musino buffo, in un paio di mesi, sparirà e diverrà un animale adulto con un suo carattere.
Se, valutati tutti questi motivi, siete ancora convinti di voler prendere un animale in casa, allora siete pronti ad adottare un cucciolo.
Inoltre, bisogna considerare che, per ogni cucciolo comprato, ve ne è uno costretto a vivere in un canile o in un gattile dove non potrà mai conoscere il calore di una famiglia.
La scelta migliore, quindi, sarebbe quella di adottare per Natale uno dei tanti animali abbandonati, bisognosi di affetto, compiendo così un gesto d’amore che farà bene al cucciolo, alla famiglia adottante che ne riceverà solo affetto ed al nostro Paese che ancora combatte la piaga del randagismo.

 

di Adriana Pascale e Marilena Russo

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.