La candela spenta

0
1488
La candela spenta
2 (40%) 222 votes

Un uomo ormai senza il suo bambino,
ogni giorno piangeva sul suo lettino,
non poteva dormire, si disperava,
anche di notte finché albeggiava.

Di fronte a quell’atroce tormento
un angelo disse: ,
gli andò in sogno e: “Non piangere più
perché il tuo bambino è con Dio lassù”.

L’uomo rispose: “No, lasciami stare,
senza di lui non posso continuare”.
L’angelo: “Calmati perché non è così,
vorresti rivederlo”? L’uomo annuì.

Allora l’angelo lo prese per mano
e lo portò in cielo piano piano,
gli disse: “Devi solo pazientare
perché fra non molto lo vedrai passare”.

A un cenno dell’angelo molti bambini,
coperti da angelici vestitini,
davanti a quel padre, piano piano,
sfilarono con un lume in mano.

“Chi sono?” –chiese l’uomo con tono profondo-.
“Sono bambini che han lasciato il mondo,
ogni giorno fanno questa passeggiata”
-rispose l’angelo con voce pacata-.

“C’è anche il mio?” –chiese l’uomo ansimante-,
“Si e potrai vederlo fra un istante”
-gli rispose l’angelo- e poco dopo
l’ansioso padre raggiunse il suo scopo.

Lo vide e si meravigliò nel guardarlo,
il figlio subito corse ad abbracciarlo,
l’uomo certamente fu molto contento
ma… il lume del figlio era spento.

E come se nel cuore avesse un peso,
disse: “Figlio, il tuo lume non è acceso,
quelli degli altri brillano di luce,
il tuo no, forse stare qui non ti piace?”.

Il bambino rispose: “Amato padre mio,
stai tranquillo, qui sto bene con Dio,
sono le lacrime che tu versi laggiù
che spengono la mia candela quassù”.

“Non piangere per quell’essere amato
che giocoforza il mondo ha lasciato,
nella pace eterna lascialo riposare
perché da te non potrà più tornare”.

“Certamente soffri e con te concordo,
ma puoi sempre amarlo nel ricordo,
lo so, ciò è difficile accettare
ma devi proprio, lascialo andare”.

Allora l’uomo disse: “Da oggi in poi,
fermo restando il legame tra di noi,
allorquando ricorderò il tuo viso,
le lacrime trasformerò in sorriso”.

 

di Salvatore Spinelli

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here