Il denaro

0
1504
Il denaro
5 (100%) 132 votes

E’ il mezzo indispensabile
per un vivere vivibile,
per comprar beni materiali,
certo, non quelli spirituali.

Con esso non commetter sbaglio
perché è arma a doppio taglio,
esso, come amore a prima vista
ti lusinga e ti conquista.

Ti avvolge nelle forti spire
e t’impone le fredde mire,
ti fa smarrire la ragione
procurandoti amara delusione.

Con esso l’uomo s’abbrutisce
e l’amico migliore, poi tradisce,
per esso si perde la dignità
e non si fanno atti di bontà.

Da utile mezzo diventa fine
e per averlo non c’è confine,
diventando, così, il padrone
e prende lui ogni decisione.

Il danaro è tentatore
e allontana dall’Amore,
distoglie l’uomo dalla verità
rendendolo alieno dalla pietà.

Coi soldi si comprano bambini
come fossero oggettini
e con azioni ad effetto
si vuol comprare anche l’affetto.

Chi ha molti soldi, in fondo,
padrone si sente del mondo,
tutto, pensa, gli sia dovuto
specie se dal basso è venuto.

I soldi sfasciano le famiglie,
si scontrano figli e figlie
e quelli ch’erano fratelli
si parlan solo coi coltelli.

Accumulare molto denaro
è il vangelo dell’avaro,
diventa schiavo del suo possesso
e se lo guarda come ossesso.

Chi ha le leve del comando?
Chi è che decide nel mondo?
Il denaro in mano a pochi
chi dirigon tutti i giochi.

I tre quarti di questo mondo
vive nel buio più profondo,
l’altro quarto ha tanta luce
che il danaro gli produce.

Adorando il dio denaro
l’uomo scorda quello vero,
scorda l’etica, la morale
e al suo simile fa del male.

Il danaro dà pure il sorriso,
non fa comprare il Paradiso,
non fa comprar la buona sorte
e men che meno la nera Morte.

Per danaro l’uomo, meschino,
si mette a fare lo strozzino
e così uccide il debitore
nella tasca e nell’onore.

Oggi l’uomo vale quel che HA
e a quel che E’ valor non dà,
vale solo il portafoglio
che lui ostenta con orgoglio.

Ma quel che l’uomo E’ vien fuori
e quando accade son dolori
perché capisce finalmente
che non valeva proprio niente.

L’uomo è nudo quando nasce
e nudo resta quando esce…
e quel che aveva cumulato
dovrà essere lasciato.

Ti succhia in gorgo profondo
finché non ti porta a fondo,
ti scombussola l’esistenza
perché non potrai starne senza.

Allora il denaro cos’è?

Il danaro, vile oggetto,
giustamente è stato detto
con parole d’esatto conio
che è lo sterco del demonio.

 

di Salvatore Spinelli

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here