La Donna (perchè piange)

0
1570
La Donna (perchè piange)
2 (40%) 105 votes

“Perché piangi, mamma cara, perché?
-chiese un bambino-, su, dillo a me”;
la mamma: “Piango, caro il mio bambino
perché son donna, è il nostro destino”.

“Non capisco, mamma –disse il bambino-,
la mamma strinse a se il piccino
e disse: “Amore, tu non puoi capire,
forse col tempo… ora non ti so dire”.

Non pago, il piccolo andò dal padre,
gli chiese: “perché piange mia madre”?
“Le donne piangono senza ragione”
-rispose l’uomo scevro da comprensione-.

Da quella risposta non capì molto,
ma quando col tempo divenne adulto,
chiese a Dio, Signore onnipotente:
“Perché le donne piangono facilmente?”.

“Quando l’ho creata –rispose il Signore-
ho impegnato tutto il mio fervore,
l’esito doveva essere tale
perché fosse un essere speciale”.

“Le ho dato spalle forti, in fondo,
per portare i pesi del mondo,
la forza di donare la vita
con abnegazione infinita”.

“La forza per regger l’abbandono dai figli
dopo aver dato vita e saggi consigli,
della famiglia, la responsabilità
che porta avanti fino a tarda età”.

“La forza d’amare infinitamente
senza nulla chiedere, mai niente,
e anche se i figli l’avranno ferita
per loro darà sempre la sua vita”

“La forza di sopportare con pazienza
dell’uomo egoismo e prepotenza,
di restare comunque al suo fianco
anche col fisico logoro e stanco.

“Le ho dato le lacrime da versare
quando con me si vorrà sfogare,
quando avrà dato tutto l’Amore
avendo in cambio solo dolore”.

“La bellezza del donna, figlio mio
non è nei vestiti –disse il buon Dio-
non è nel viso, nella capigliatura,
né nel suo corpo, nella sua statura”.

“E’ negli occhi, ingresso del suo cuore,
dove risiede tutto il suo amore
e con ogni lacrima, creatura mia,
un pò del suo cuore se ne va via”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.