Intervista con Dio

0
3878
Intervista con Dio
2 (40%) 46 votes

Questa mattina non appena sveglio
ho detto <non poteva andarmi meglio>,
ho sognato un’intervista con Dio
mentre batteva forte il cuore mio.

Lui è rimasto un pò interdetto
poi ha sorriso e mi ha detto:
“Figlio, tu mi vuoi intervistare,
bene, vediamo dove vuoi arrivare”.

Ho risposto: “Se Hai tempo e volontà
dovresti dirmi con sincerità
che pensi dell’uomo, dell’umanità”,
e Lui: “Il mio tempo è l’eternità”.

Ha risposto con accento sicuro:
“Voi pensate con ansia al futuro
e in pratica, come fosse niente,
vi dimenticate del presente”.

“Così innalzate un alto muro
e non vivete né presente né futuro,
vivete senza pensare alla morte
ben sapendo che l’avete in sorte”.

“Vivendo in quest’assurda maniera
quando alla fine verrà la sera…
morite, (senza averlo voluto),
come se non aveste mai vissuto.

“D’esser bambini presto vi stancate
e quando adulti poi diventate
e la vita non sapete affrontare
di nuovo bambini vorreste tornare”.

“Perdete la salute per denari
diventando dei sordidi avari,
poi impegnate le vostre valute
per recuperar la perduta salute”.

“Fate guerre con milioni di morti
rivendicando inesistenti torti,
ne fate da sempre, e ne fate tante
camuffate da guerre sante”.

A quel punto ha preso la mia mano
e dopo, un silenzio un pò strano,
allora Gli ho detto: “Padre cosa vuoi
che tengano presente i figli tuoi?”.

E Lui: “L’uomo non imponga l’amore,
esso e spontaneo e vien dal cuore,
quello che, invece, deve fare
è impegnarsi a farsi amare”.

“Nella vita non vale quello che si <HA>
ma quello che si <E>, quello che si fa,
sappia l’uomo che soltanto la vita
è di una importanza infinita”.

“Magari con atteggiamenti scaltri
l’uomo non si paragoni ad altri,
ognuno s’accontenti di quel che ha:
è la ricetta per la felicità”.

“L’uomo impari ad essere umile
e non ferisca mai un suo simile,
le ferite son lunghe da sanare
impari, invece, a perdonare”.

“L’uomo perdoni per essere perdonato
quando un giorno sarà giudicato,
sappia che il perdono dà serenità
a chi lo riceve e a chi lo da”.

“Impari bene l’uomo a capire
chi lo ama ma non lo sa dire
perché quello è amore vero,
disinteressato e sincero”.

“Impari che non sempre è sufficiente
essere perdonati dalla gente,
perciò con interiori processi
perdoniamo anche noi stessi”.

Alla fine l’illustre personaggio
mi ha affidato questo messaggio:
“Quando l’uomo mi vuole incontrare
è nel suo cuore che mi può trovare”.

 

di Salvatore Spinelli

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here