Salute e udito nel mondo: Brasile

0
1265
Salute e udito nel mondo: Brasile
4 (80%) 24 votes

[alert_box style=”message” close=”no”]Continuiamo il giro del mondo affacciandoci in Brasile, dove il termine “fonoaudiologia” (parola, linguaggio e udito) descrive un campo professionale molto vasto che va dalla diagnosi e prevenzione dell’ipoacusia fino alla riabilitazione del linguaggio e alla capacità di leggere, scrivere e anche deglutire.[/alert_box]
Gli studenti di fonoaudiologia, per laurearsi e poter esercitare la professione, devono sostenere esami in tutte queste aree mediche. Dopo la laurea, il professionista è abilitato allo svolgimento del lavoro in ciascuno dei suddetti settori, oppure può scegliere di specializzarsi frequentando appositi corsi, della durata di un anno, focalizzati sulla prassi clinica. Se preferisce, può proseguire gli studi per conseguire un master o un dottorato. L’audiologia, dunque, in Brasile comprende la diagnosi, la prevenzione e il trattamento dei problemi udito, nonché una specializzazione per i problemi legati alla fonazione ed al linguaggio.
[alert_box style=”message” close=”no”]Gli audiologi brasiliani, in particolare quando trattano l’ipoacusia, operano per lo più sia nel settore privato che in quello pubblico. In ogni caso si attengono alle linee guida stabilite dall’Assoçào Brasileira de Audiologia (ABA) volte ad uniformare le procedure cliniche, a prescindere dall’impostazione del trattamento terapeutico e dalla condizione socio-economica del paziente.[/alert_box]
I protocolli sviluppati dall’Associazione si basano su linee guida internazionali, simili a quelle dell’American Academy of Audiology e dell’ American Speech-Language Hearing and Association. Tali procedure, inoltre, vengono riviste frequentemente all’interno di vari forum di discussione e dell’importante convegno annuale dell’ABA.
Anche in Brasile la vendita degli apparecchi acustici avviene tramite dei centri acustici. Essi prevedono la presenza di audiologi che consigliano ed applicano ai pazienti le soluzioni uditive più idonee. In ogni centro acustico deve essere garantita la presenza di professionisti “fonoaudiologi” o vi siano professionisti che operino sotto la supervisione di tale specialista.
Il personale che vende ed applica gli apparecchi acustici deve essere infatti supervisionato da una figura professionale qualificata. I medici, invece, non sono autorizzati ad commercializzare ed applicare gli apparecchi acustici. Gli audiologi, inoltre, sono responsabili del post-fitting e di assicurare al paziente il corretto funzionamento degli apparecchi acustici, verificando che siano adeguati alle necessità. Dal momento che questi professionisti sono responsabili anche di consigliare il tipo di soluzione adatta al paziente, in genere sono coloro che si occupano dell’applicazione dei dispositivi.
[alert_box style=”message” close=”no”]Il Brasile offre un servizio di assistenza sanitaria audiologica gratuito, finanziato dal governo federale.[/alert_box]

I centro acustici pubblici collegati con il sistema sanitario nazionale brasiliano, ovvero il Sistema Ùnico de Saùde, forniscono esami audiometrici, test audiologici diagnostici specialistici e, quando opportuno, anche il fitting degli apparecchi acustici. Se gli apparecchi vengono applicati tramite il sistema sanitario pubblico, è necessario inoltrare le misurazioni effettuate con il microfono sonda e seguire le visite di controllo che vengono programmate ogni sei mesi, nel caso di adulti, oppure ogni tre mesi per i bambini. Tale procedura è richiesta per monitorare in modo adeguato i progressi del paziente.
In alcune strutture audiologiche, localizzate principalmente nei centri specializzati, i test necessari per la scelta degli apparecchi acustici sono stati implementati ed, infatti, oltre alla valutazione audiologica di base, vengono consigliati anche alcuni esami elettrofisiologici per valutare l’integrità dell’apparato uditivo. Questo tipo di test avanzati può essere condotto anche per rilevare problemi udito relativi all’elaborazione del segnale. L’obiettivo di questo protocollo clinico, piuttosto approfondito, è migliorare l’accuratezza diagnostica e, di conseguenza offrire il trattamento audiologico più appropriato ed efficace.
Sia nel settore pubblico che in quello privato, la verifica dell’efficacia degli apparecchi acustici, la convalida dei benefici, le visite di controllo con la regolazione fine e la manutenzione post-fitting hanno dimostrato di essere fattori decisivi per il successo dell’applicazione audioprotesica e per la qualità di vita del paziente.

 

di Tea Maione

Potrebbe interessarti anche: Salute e udito nel mondo

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here