COSA SONO I CHAKRA

0
2291
COSA SONO I CHAKRA
2 (40.27%) 75 votes

Nel nostro corpo vi sono flussi di energia che, incrociandosi, creano dei centri energetici chiamati chakra. Dal sanscrito “ruota” a sottolineare il movimento di rotazione di questi centri energetici, che in tutto il nostro corpo sono numerosissimi. I chakra cui mi riferirò sono i sette maggiori. Molte discipline descrivono la loro localizzazione centralmente: sia sulla parte anteriore sia sulla parte posteriore del corpo; sono collegati tra loro e l’uno influenza l’altro. Il mal funzionamento di un chakra può condizionare l’attività del chakra vicino. Nel libro “L’autobiografia di uno Yogi” di Paramahansa Yogananda i chakra sono descritti come “centri di sottili energie localizzate nella spina dorsale.” Anodea Judith in “Il libro dei Chakra il sistema dei chakra e la psicologia” definisce i chakra, “una sfera rotante di pura energia spirituale, non è un entità o un oggetto fisico. Come vediamo il vento attraverso il movimento delle foglie e dei rami, così possiamo percepire la presenza dei chakra nella forma del nostro corpo fisico, negli schemi che si manifestano nella nostra vita, nei modi in cui pensiamo, sentiamo e affrontiamo le situazioni che l’esistenza presenta, ma mai direttamente.” Questi centri possono essere compromessi da numerosi fattori: (sofferenze, traumi, abbandoni, paure, pensieri che inibiscono il loro funzionamento) che alterano il flusso dell’energia. La conoscenza e l’uso del sistema dei chakra può diventare un percorso di analisi e guarigione per ognuno di noi. Discipline già note quali lo yoga, il reiki, la meditazione, contribuiscono in modo efficace a questo scopo. Dopo anni di studio e pratica di queste discipline, ho composto musiche volte a supportare il corso Matrix Sonorum o terapie personali in cui propongo il riequilibrio dei chakra attraverso: – tecniche di respirazione – la pratica di intonazione sui suoni dei mantra relativi ai chakra – l’uso del suono con il più perfetto degli strumenti:
la voce – l’ascolto e l’uso del suono puro che accompagna le fasi di respirazione dei partecipanti in modo da ritrovare uno stato di benessere e di riequilibrio psicofisico.

DESCRIZIONE DEI CHAKRA

Primo Chakra
Muladhara o Radice Significato:
sostegno Localizzazione: base della spina dorsale Elemento: terra Colore: rosso Mantra: Lam Nota: do Suono della vocale: OM Pietra: corallo rosso, magnetite, granato, ematite tormalina nera, diaspro. Funzione: radicamento a terra, affermazione sul piano materiale Muladhara è la base, quando è equilibrato, lo è anche l’intero sistema dei chakra. Disfunzione: Una disarmonia
in questo chakra causa nella persona insicurezza verso il mondo spirituale e materiale. Aroma: I profumi che stimolano questo centro sono il muschio, il patchouli e il sandalo.

Secondo Chakra
Svadisthana o Chakra Sacrale Significato:
Dolcezza Localizzazione: Parte inferiore dell’addome, area genitale, vescica, reni. A Svadisthana corrispondono le ghiandole riproduttive. Elemento: Acqua Colore: Arancio Mantra: Vam Nota: Re Suono della vocale: U Pietre: opale bianco, ambra, corniola, topazio, tormalina rossa, quarzo citrino, occhio di tigre. Funzione: il secondo chakra è associato alla creatività in tutte le sue forme con cui si manifesta, anche e soprattutto all’attività creativa, tra le più elevate, della riproduzione e continuazione della specie. La creatività di questo centro va intesa in senso fisico, mentale e spirituale. Un malfunzionamento di Svadisthana impedisce il naturale flusso creativo che è di ogni essere vivente. Disfunzione: sul piano fisico impotenza frigidità, problemi uterini, renali, rigidità della parte inferiore della schiena. Aroma: Sandalo,Ylang-Ylang

Terzo Chakra
Manipura o Chakra del Plesso Solare Significato:
Gemma rilucente Elemento: Fuoco Colore: Giallo Mantra: Ram Nota: Mi Suono della vocale A Pietre preziose: Ambra, topazio, quarzo citrino, occhio di tigre, pirite ferrosa Funzione: Manipura rappresenta l’azione, la volontà e la vitalità. Disfunzioni: un suo funzionamento eccessivo provoca stati d’ira, iperattività, problemi allo stomaco causati da nervosismo. Invece una carenza nel suo funzionamento causa timidezza, tendenza alla sottomissione, scarsa energia. Profumi, incensi: sandalo, zafferano, muschio, zenzero.

Quarto Chakra
Anahata o Chakra del cuore Significato:
non colpito Localizzazione: cuore Elemento: Aria Colore: Verde Mantra: Yam Nota: Fa Suono della vocale: E Pietre preziose: quarzo rosa, tormalina, smeraldo, giada. Aroma: Rosa Funzione: amore, il buon funzionamento di Anahata
sviluppa amore empatia, compassione. È il punto centrale del sistema dei chakra, è punto di comunicazione tra i chakra inferiori e i
chakra superiori. Dall’equilibrio delle energie dei primi tre chakra e le energie elevate dei tre chakra superiori scaturisce l’amore incondizionato unica e grande forza che protegge dall’influenza delle emozioni negative. Disfunzione: Asma malattie cardiache e polmonari

Quinto Chakra
Vishuddha o Chakra della Gola o Laringeo Significato:
Purificazione Localizzazione: Gola Elemento: Suono, spirito Colore: azzurro Mantra: Ham Note: sol Suono della vocale: ii Pietre: turchese lapislazzuli, acquemarine, zaffiro, soladite. Aroma: Eucalipto Funzione: il quinto chakra è il centro legato alla comunicazione
attraverso il suono, la vibrazione, la creatività. Un malfunzionamento di Vishuddha determina oltre alle conseguenze sulla gola e collo anche problemi come l’incomunicabilità, difficoltà ad esprimere le proprie idee agli altri, di sfogare stress, e le proprie tensioni psicologiche, e per chi è nel campo artistico si ha difficoltà di creare. Disfunzione: mal di gola, collo rigido, raffreddori, problemi
di tiroide, problemi all’udito.

Sesto Chakra
Ajna o Terzo occhio Significato:
Percepire Localizzazione: spazio tra le sopracciglia il punto in cui inizia il naso Elemento: Luce Colore: Indaco Mantra: Om Nota: La Suono della vocale: U o mmm in questo caso è un suono non proprio una vocale Pietre: ametista, quarzo, lapislazzuli, perla e zaffiro.
Funzione: Vista, intuizione, introspezione, udito, intelligenza. Ajna è connesso con l’intero cervello e con la ghiandola pituitaria. Il corretto funzionamento di questo chakra sviluppa la capacitá di comprendere le forze sottili dell’universo. Disfunzione: Emicrania, incubi, cecità, tensione oculare, ronzio, vista sfocata. Aroma: Gelsomino

Settimo chakra
Sahasrara o Chakra della Corona Significato:
Millefoglie Localizzazione: Sommità della testa Elemento: Pensiero Colore: violetto al bianco Mantra: Aum Nota: Si Suono della vocale: E oppure ngngng Pietre: diamante, ametista, cristallo di rocca, tormalina bianca. Funzione: comprensione, conoscenza La funzione di Sahasrara si può definire “coscienza cosmica” è il centro legato a ciò che sperimentiamo con la mente, in particolar modo alla consapevolezza di cui fa uso la mente. Disfunzioni: depressione, confusione, apatia, difficoltà di apprendere o comprendere.

La conoscenza e la comprensione dei Chakra con diverse pratiche e meditazioni risvegliano l’energia racchiusa in questi centri in modo che essa possa giungere a influenzare beneficamente la salute mentale e fisica. Neile Conferenze Sonore verrete guidati nell’ esplorazione del sistema dei Chakra attraverso l’uso delle musiche “Matrix Sonorum” , tecniche di respirazioni, intonazioni, colori e meditazione. www.conferenzesonore.it

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.