Aderenza alla terapia: indispensabile il ruolo del farmacista

0
1454
Aderenza alla terapia: indispensabile il ruolo del farmacista
2 (40%) 136 votes

E’ ovvio affermare che una prescrizione di farmaci risulti efficace solo quando il paziente ne rispetti dosi e modalità di assunzione. Non è per niente scontato però che avvenga proprio così, la prescrizione viene infatti spesso disattesa. Motivo questo per cui l’ aderenza alla terapia sta diventando obiettivo imprescindibile per i vantaggi sia in termini di salute, minori complicanze, minori rischi di ospedalizzazione, che di riduzione di costi per il Sistema Sanitario Nazionale.
Lo hanno ben capito in altri paesi europei dove il farmacista viene coinvolto proprio per garantire il controllo sull’ uso appropriato dei farmaci prescritti. Si diffonde quindi ora anche nel nostro paese la cultura della Pharmaceutical Care, che riconosce alla farmacia un ruolo centrale nella presa in carico dei pazienti cronici, con l’obiettivo di migliorare i risultati terapeutici. La scarsa aderenza alle terapia coinvolge il 40% circa della popolazione europea ed è un fenomeno multidimensionale. Le motivazioni sono molte e varie: gli adolescenti spesso non accettano il loro disturbo e temono i potenziali effetti collaterali delle cure; non seguire inoltre la prescrizione può significare una forte affermazione della propria indipendenza.
Per gli anziani invece il problema è legato alla presenza di più malattie in contemporanea che impone di assumere molti farmaci durante la giornata e questo proprio mentre la memoria incomincia a tradire. La soluzione passa quindi per la farmacia perchè è un luogo familiare, perchè è qui che si può instaurare un rapporto confidenziale, perchè la capillarità la rende comoda da trovare e facile da frequentare, perchè in farmacia si offrono servizi di telemedicina, come la telecardiologia oppure la teledermatologia, ed anche prestazioni di operatori sanitari come infermieri e fisioterapisti ed analisi di prima istanza, test di prevenzione di insufficienza venosa o di osteoporosi. Ed altro ancora.
Perchè la farmacia rappresenta sempre di più un punto di riferimento fondamentale sul fronte del counselling e della fidelizzazione.

 

di Giuseppe De Simone

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here