Il tumore del cavo orale: prevenzione ed auto-esame

0
4355
Il tumore del cavo orale: prevenzione ed auto-esame
3 (60%) 98 votes

Il tumore cavo orale è una forma tumorale altamente invasiva e invalidante.
Colpisce, nella maggioranza dei casi, le cellule di rivestimento della bocca; più frequentemente si localizza sulla lingua, la mucosa delle guance e sul pavimento della bocca.
In Italia rappresenta il 7% dei tumori nell’uomo e l’1% nella donna, ma la sua incidenza complessiva è in aumento, così come il tasso di mortalità. Ogni anno si registrano circa 6.000 nuovi casi con un tasso di mortalità, a 5 anni dalla diagnosi, di oltre il 70%.
Troppo frequentemente vengono riconosciuti tardi e questo rappresenta il motivo dell’elevato tasso di mortalità riscontrato. Un’adeguata prevenzione e soprattutto una diagnosi precoce, possono fare un’enorme differenza: quando il carcinoma è rilevato e curato nella sua fase iniziale, si ottiene infatti una guarigione completa.
La prevenzione e la diagnosi precoce sono dunque fondamentali perché garantiscono uno standard di sopravvivenza dell’80% e consentono interventi terapeutici mediamente poco invasivi.
Uno degli step più importanti al fine di una diagnosi precoce è sicuramente l’auto-esame.
Il momento migliore per effettuarlo è la mattina dopo la consueta igiene orale.
È sufficiente posizionarsi davanti ad uno specchio per poter ispezionare la bocca aperta, la lingua in posizione di riposo e al di fuori della bocca, le guance ed il palato.
Successivamente si può, aiutandosi con le dita o con un semplice abbassa lingua, ispezionare e palpare le zone ritenute malate ricercando modificazioni di colore o forma dei tessuti orali, palpando eventuali neoformazioni a livello delle guance, gengive, labbra e lingua.
In tutti i casi è necessario rimuovere le protesi dentarie mobili.
Nel caso si ricontrasse la presenza di queste alterazioni o di zone particolarmente dolenti, è consigliato rivolgersi al proprio odontoiatra di fiducia o presso strutture pubbliche competenti.
Nell’auto-esame si deve prestare attenzione alla presenza di:

  • Alterazioni del colore della mucosa che si presentano con macchie bianche e/o rosse
  • Presenza di “piaghe” che non tendono alla guarigione e che possono essere anche non dolorose
  • Presenza di zone indurite e/o ispessite.

Ancor prima dell’auto-esame per una diagnosi precoce è importantissima la prevenzione che passa attraverso la conduzione di un corretto stile di vita, in modo da ridurre i fattori di rischio.
Ecco 6 semplici regole da non dimenticare per cercare di ridurre al mimimo l’incidenza di questa pericolosa forma tumorale:

  • Smetti di fumare e non abusare di alcolici
  • Assumi una dieta ricca di frutta e verdura
  • Migliora la tua igiene orale, seguendo i consigli del tuo dentista
  • Esegui visite periodiche ogni 6 dal tuo dentista
  • Fatti insegnare dal tuo dentista l’autoesame della bocca
  • Se tu o un tuo famigliare state affrontando cure oncologiche, parlane con il tuo dentista perché esistono specifici protocolli odontoiatrici da seguire in questi casi.

 

di Vittorio Milanese

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.