Capri – Trekking sull’Isola Azzurra

0
2718
Capri – Trekking sull’Isola Azzurra
3 (60%) 153 votes

È così vicina a noi ma tanto lontana dai nostri desideri di conoscerla!
L’isola di Capri, nell’immaginario collettivo, resta un posto molto affollato di turisti e non adatto all’escursionismo. Le uniche zone conosciute dell’isola sono la classica Piazzetta, la passeggiata di via Camerelle o di Fuorlovado ed i giardini di Augusto a seguito di lunghe code o gruppi di turisti.
Ma, su questa splendida isola, esistono alcuni itinerari escursionistici davvero interessanti dove si puo’ camminare per ore senza incontrare nessuno come il Sentiero dei Fortini capri1Borbonici, la Scala Fenicia, la Migliera e Monte Solaro, l’eremo di Cetrella e l’Anginola.
Un altro itinerario molto affascinante è la passeggiata che parte da Punta Tragara e si dirige verso Est. Inizia dalla strada per Matermania e procede lungo la costa dell’isola seguendo, a vista, i Faraglioni quasi a toccarli. Lungo la via ci sono ville e palazzi nascosti nella vegetazione e gli scogli si stagliano in un mare blu cobalto. Dopo circa 500 metri inizia un sentiero che conduce verso Piazzetta delle Noci che si snoda con una facile salita fatta a tornanti e subito si ci ritrova nella Macchia Mediterranea più selvaggia. I profumi del Rosmarino, della Ginestra e del Cisto si spandono nell’aria accendendo ricordi emozionali e si aprono magnifici scorci sulla Punta della Campanella e sulla Penisola Sorrentina accentuando l’attenzione sui colori del mare nella Baia dei Gabbiani, i profumi della Macchia Mediterranea e la brezza fresca da levante.
Giunti alla fine del sentiero si scopre un affaccio a strapiombo sulla villa di Curzio Malaparte e sull’Arco Naturale da un posto incantevole e solitario. Dopo una sosta rigenerante si riparte verso la zona della Croce per prendere la strada verso villa Jovis, la piu’ importante ed imperiale delle dodici ville capresi dedicate a tutte le divinita’ romane dall’Imperatore Tiberio.
Un luogo magico che porta con se tutto il carico di fascino e di storia di un periodo che ha visto questa piccola isola al centro del Mondo conosciuto. La permanenza dell’Imperatore ne fece il fulcro della vita dell’intero Impero Romano portando alla costruzione di innumerevoli ville lungo tutta la Penisola Sorrentina e la Costiera Amalfitana da parte dei ricchi Patrizi.
capri2Appena raggiunta l’uscita del parco archeologico si svolta immediatamente a destra per imboccare il sentiero della Calanca che arriva a villa Lysis.
Un altro luogo insolito rispetto alla frenesia dell’isola. Si percorre una discesa immersi nella natura selvaggia del versante di Levante formata da ginestre, lecci e cisti con lo sfondo blu del mare delle Bocche di Capri.
Una visita alla villa, quando è aperta, è d’obbligo prima di procedere verso il paese di Capri percorrendo belle strade contornate da giardini e ville. Giunti nel centro, senza farsi tormentare dal sicuro traffico pedonale delle vie, si devono assolutamente visitare la Certosa di S.Giacomo per la sua quiete, la bella chiesa e la galleria d’arte e la chiesa nella piazzetta per i pavimenti originali prelevati dalle ville imperiali ed i particolari storici che si presentano un po’ ovunque. Ora si ci può concedere una passeggiata nella vita mondana Caprese passeggiando tra i famosi negozi ed alberghi pluristellati senza sbagliare dove gustare un buonissimo gelato con la cialda fatta al momento.
Buon cammino!

 

di Nino Aversa

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.