Stiramento muscolare

0
4919
Stiramento muscolare
Stiramento muscolare
5 (100%) 181 votes

Lo stiramento muscolare è una lesione causata da un eccessivo allungamento delle fibre muscolari. Questo tipo di trauma può accadere in ogni muscolo, ma è più comune nella parte bassa della schiena, nel collo, nelle spalle, e negli arti inferiori. Infatti, questo trauma è molto frequente tra corridori e calciatori.
Lo stiramento muscolare si differenzia dalla contrattura per l’intensità del dolore provato, che in questo caso è molto elevato, e dallo strappo muscolare poiché il soggetto riesce comunque a compiere dei movimenti. Nello stiramento, infatti, le fibre muscolari non sono soggette a un distacco dalla loro sede naturale permettendo così una più rapida ripresa.

Sintomi

Lo stiramento muscolare provoca un forte dolore, rigidità, e può limitare il movimento all’interno del gruppo muscolare interessato. I sintomi di lieve o moderata entità di solito scompaiono nel giro di poche settimane. Stiramenti di più grave natura possono richiedere mesi per guarire.

Cause

Spesso questo tipo di lesione è causato da un movimento errato, improvviso o non adeguato del muscolo durante l’attività fisica.
Di seguito le cause più comuni:

  • Riscaldamento non appropriato prima di un’attività fisica
  • Scarsa flessibilità
  • Movimento violento e non naturale
  • Allenamento fisico non costante

Lo stiramento muscolare può essere acuto o cronico. Quello acuto può avvenire quando:

  • Si scivola o si perde il passo
  • Nel saltare, correre o lanciare un peso
  • Nel sollevare un peso con una postura sbagliata

Lo stiramento cronico, invece, è il risultato di movimenti ripetitivi.
Questo può avvenire quando:

  • Sono presenti piccoli traumi ripetuti alle articolazioni
  • Postura non corretta durante l’attività fisica per lunghi periodi
  • Calzature inadatte all’attività fisica praticata
  • Scarsa abitudine allo stretching muscolare prima e dopo l’attività fisica

Trattamento

Una volta avvertito un forte dolore muscolare è opportuno fermarsi per evitare di sforzare inutilmente il fisico o peggiorare il trauma appena avvenuto. Subito dopo è importante assumere una posizione di riposo, ad esempio rimanendo supini a terra, senza tentare di estendere troppo l’arto.
La maggior parte degli stiramenti muscolari possono essere trattati con successo utilizzando il protocollo R.I.C.E: riposo (rest), ghiaccio (ice), compressione (compression) ed elevazione (elevation).
Riposo. Evitare di utilizzare il muscolo per alcuni giorni, soprattutto se il movimento provoca un aumento del dolore. Troppo riposo, però, può portare indebolimento muscolare prolungando, così, il processo di guarigione. Quindi, dopo due giorni, lentamente iniziare a utilizzare il gruppo muscolare interessato, facendo attenzione a non esagerare.
Ghiaccio. Applicare subito il ghiaccio dopo il trauma muscolare. Questo aiuterà a ridurre al minimo il gonfiore. Non mettere il ghiaccio a contatto diretto sulla pelle, ma coprire la parte interessata in un asciugamano. Tenere il ghiaccio sul muscolo per circa 15 minuti e non oltre. Ripetere ogni ora il primo giorno. Per i prossimi giorni, applicare ghiaccio circa ogni quattro ore.
Compressione. Per ridurre l’emorragia e il gonfiore, avvolgere la zona interessata con un bendaggio elastico fino a quando il gonfiore non si è ridotto. Fare attenzione a non usare un bendaggio troppo stretto poiché potrebbe ridurre la circolazione del sangue.
Elevazione. Quando possibile, mantenere il muscolo infortunato rialzato rispetto al livello del vostro cuore.
La ripresa dell’attività fisica deve essere graduale e sempre accompagnata da stretching prima e dopo l’allenamento.
È sempre utile rivolgersi ad uno specialista, il quale potrebbe consigliare eventuali indagini, come un ecografia, per escludere la presenza di lesioni muscolari. Sempre lo specialista potrebbe prescrivere farmaci antinfiammatori e miorilassanti per accelerare la guarigione. Anche alcune terapie fisiche come la TENS, gli ultrasuoni possono ridurre notevolmente i tempi di recupero.
La pratica dello stretching per facilitare il recuperò può essere tanto utile quanto pericolosa per cui si consiglia di eseguire tali esercizi sotto la supervisione di personale qualificato.
Il tempo di guarigione dipende dalla gravità della lesione. Per un trauma di lieve entità, il pieno recupero può avvenire entro 3-6 settimane. Per lesioni più gravi, il recupero può richiedere diversi mesi.

Prevenzione

È possibile ridurre le probabilità di uno stiramento muscolare se si prendono alcune precauzioni di base:

  • Cercare di non mantenere la stessa posizione per troppo tempo facendo delle pause frequenti, spostarsi o cambiare posizione.
  • Mantenere una corretta postura quando si sta seduti. Utilizzare una sedia che fornisca un buon supporto per la parte bassa della schiena o adoperare un cuscino per il supporto lombare. Quando si è seduti cercare di mantenere le ginocchia al livello dei fianchi.
  • Sollevare oggetti pesanti con attenzione. Tenere la schiena dritta, piegare le ginocchia, e utilizzare sempre i muscoli delle gambe contraendo nello stesso tempo gli addominali obliqui. Tenere il peso vicino al corpo. Non sollevare e ruotare la schiena contemporaneamente.
  • Fare sempre stretching e riscaldamento prima e dopo ogni attività fisica per evitare rigidità muscolare.
  • Costruire la resistenza muscolare lentamente quando s’inizia una nuova attività sportiva.
  • Praticare attività fisica regolarmente per mantenere i muscoli sani e forti.
  • Sottoporsi periodicamente a trattamenti chiropratici per evitare blocchi articolare e prevenire rigidità muscolari.

 

di Barbara Martino

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.