Se vuoi qualcosa chiedi e credici!

0
1670
Se vuoi qualcosa chiedi e credici!
1 (20%) 232 votes

Continuamente cerco di spiegare ai giovani che se nella vita si vuole davvero qualcosa bisogna agire e non aspettare. Tutte le risorse di cui abbiamo bisogno per realizzare i nostri obiettivi, i nostri desideri, i nostri sogni, sono già dentro di noi, dobbiamo solo avere la forza e la determinazione per tirarle fuori e canalizzarle verso ciò che veramente vogliamo: in questo modo possiamo sviluppare le nostre formule per il successo. Il segreto è non fermarsi mai davanti ad un fallimento, ad uno sbaglio, né di fronte ad un “no”…ma al contrario partire dall’ errore, dall’ostacolo, dal rifiuto per rafforzare la propria volontà e credere ancora di più in ciò che vogliamo.
Non a caso molte delle persone che hanno raggiunto il successo hanno fatto qualcosa di importante prima di noi.
La vita, ogni giorno, ci regala preziose opportunità per realizzare ciò che desideriamo e ci pone di fronte a scelte da compiere per raggiungere i nostri desideri: sta a noi coglierle avendo il coraggio di agire e qualche volta anche di chiedere.
Quante persone non hanno ottenuto una promozione perché si sono accontentate di fare bene il proprio lavoro? Quanti litigi sono sorti a causa di aspettative (a volte anche frivole) non rivelate e quindi disattese dal partner? Quanti hanno perso l’occasione di trascorrere una serata in piacevole compagnia perché frenati dall’idea che l’altra persona non avrebbe accettato un invito?
Eppure basterebbe agire con semplicità e naturalezza come fanno i bambini: se vogliono qualcosa lo chiedono alla mamma, al papà, a tutti coloro che possono soddisfare i propri desideri, arrivano perfino a scrivere delle lettere ad un vecchio signore dalla barba bianca che vive al Polo Nord che neppure conoscono di persona. E spesso non si fermano al primo “no”.
I bambini come i più abili venditori, sono sempre pronti a “bussare ad una nuova porta”, a formulare una nuova richiesta finché non ricevono un “SI”.
Con il passare del tempo però i “no” iniziano a far paura, come fossero mostri dai quali ci si protegge dietro lo scudo dell’orgoglio e così l’atto del chiedere, prima naturale, col passare degli anni diventa un atto di coraggio.
Spesso però la vita premia proprio chi ha il coraggio di chiedere di più e di crederci di più.

Ciò che realizziamo oggi non è che la somma dei nostri pensieri di ieri. Siamo oggi laddove i nostri pensieri di ieri ci hanno portato, e saremo domani laddove ci porteranno i nostri pensieri di oggi.
(Blaise Pascal).

E tu cosa vuoi di più dalla vita?
Come dice Roberto Re in uno dei suoi articoli: “Ti è mai accaduto di trovarti in auto, di avere la netta sensazione di avere sbagliato e di aver continuato a vagare a vuoto, pur di evitare di chiedere a qualcuno? (soprattutto noi uomini non chiediamo mai).
Impara a chiedere la direzione a chi è già arrivato dove tu vuoi andare. Probabilmente, a furia di tentativi, ad un certo punto sei riuscito a trovare la strada giusta, ma quanto tempo hai perso? Ciò accade anche quando si percorre la strada verso il successo. Spesso per orgoglio le persone percorrono questa strada senza chiedere consigli, dimenticandosi che il modo migliore per ottenere successo, il modo più veloce ed indolore, è farsi guidare da coloro che l’hanno già raggiunto. Essi infatti ti possono indicare la via più corretta, metterti in guarda dinanzi ad eventuali trappole disseminate lungo il percorso, ma soprattutto possono incoraggiarti a non arrenderti dinanzi al primo ostacolo”.
Bene, ora poniti questa domanda: “Cosa voglio dalla vita? Chi può indicarmi la via per raggiungere il mio scopo?”. Se è una persona a te vicina è tutto più facile, poiché puoi beneficiare spesso del suo influsso e dei suoi consigli; ma potresti anche aver puntato alto e aver pensato ad una persona a te distante: Un campione dello sport, un grande esperto di finanza, di fede, di moda…e allora che fare? Raccogli informazioni, cerca di capire come agisce, cosa l’ha portato ad ottenere il proprio successo e magari, perché no, chiedilo a lui direttamente. Molte persone sono meno irraggiungibili di quanto si pensi. Ma a volte conoscere la direzione non basta, la corsa al successo o migliorare la qualità della propria vita, richiede un allenamento particolare, che un “Mental Coach” può offrire a ciascuno di noi. Un Coach è un “Allenatore della mente”, che ti può seguire permettendoti di esercitare e rafforzare i tuoi muscoli mentali ed emozionali e soprattutto incitandoti a dare sempre il meglio di te in ogni occasione per raggiungere la meta.
E’ proprio quello che, negli ultimi anni, mi piace fare nel mio lavoro. Da Personal Trainer, ora sono PERSONAL COACH, così facendo, curo non solo l’aspetto fisico dei miei clienti ma anche quello mentale ed emozionale, perché solo l’armonia fra mente, corpo e spirito e il saper controllare le proprie emozioni e i propri stati d’animo, ci aiuta a vivere meglio senza ansie, paure, preoccupazioni inutili e ci proietta verso il benessere, la salute e la felicità.

 

di Ernesto Lupacchio

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here