Polizze infortuni

0
2607
Polizze infortuni
4 (80%) 79 votes

Oggi il mercato assicurativo italiano, offre una vasta gamma di prodotti assicurativi, in grado di soddisfare pressoché tutte le esigenze che si possono manifestare nella vita quotidiana. Uno dei prodotti fondamentali per contrastare i piccoli, a volte grandi eventi della vita è rappresentato dalla polizza infortuni. Anche di quest’ultima ne esistono varie tipologie,in grado di accontentare tutte le necessità, e non da meno adeguarsi; a tutte le tasche.
L’Infortunio è per definizione un evento dovuto a causa fortuita, violenta ed esterna che produce lesioni fisiche obiettivamente contestabili che hanno come conseguenza la morte, un’invalidità permanente o un inabilità temporanea. Nello specifico si intende causa fortuita un evento non prevedibile o inevitabile; non è considerato infortunio ad es. quello che subiamo a seguito della partecipazione ad una gara automobilistica, violenta ossia immediata; concentrata nel tempo, caratteristica fondamentale per distinguere gli infortuni dalle malattie che si manifestano in tempi più lunghi, ed esterna, quindi non interna al nostro organismo motivo per il quale l’infarto non è considerato infortunio, nonostante violento e imprevedibile ha origine dal nostro corpo.
Nella polizza normalmente sono considerati infortuni anche l’asfissia, le lesioni determinate da sforzi, gli avvelenamenti, i colpi di sole o di calore, l’annegamento o infortuni subiti in seguito ad atti di terrorismo.
Precisiamo che L’infortunio deve provocare lesioni fisiche e quindi non psicologiche e obiettivamente contestabili ossia risultanti da certificazione medica. Tali lesioni devono avere come conseguenza la morte, un’ invalidità permanente che può essere totale o parziale; e che rappresenta la perdita definitiva della capacita di svolgere un dato lavoro, invece per quanto riguarda l’inabilità temporanea ci proteggiamo ci pro dall’eventualità che un incidente ci costringa a stare lontani dal lavoro o dalla nostra attività per un periodo di tempo determinato.

A chi puo’ essere utile? Chi puo’ stipulare una polizza infortuni?

Ad una prima valutazione può sembrare una copertura che interessi solo le persone stabilmente occupate, e soprattutto a chi svolge un lavoro autonomo; ma la sua utilità non può essere messa in discussione, nemmeno da chi svolge un lavoro subordinato e che dunque è già tutelato dall’Assicurazione obbligatoria INAIL per gli infortuni sul lavoro. Oltretutto vi sono diverse categorie di soggetti che potrebbero subire un grave danno patrimoniale a seguito di un infortunio. Pensiamo ad es. ad uno studente che dopo diversi anni di studio e di investimenti per la propria formazione, potrebbe subire un danno consistente sebbene futuro. Oppure alla casalinga che pur non producendo reddito, avrebbe un danno patrimoniale per se e per la sua famiglia. Esistono però anche soggetti non assicurabili; ossia coloro che sono affetti da particolari malattie come L’Aids, la tossicodipendenza, l’alcolismo o la depressione. Se tali malattie si presentassero anche successivamente al momento della stipula, diverrebbero causa di cessazione del contratto. L’età dell’assicurato rappresenta un altro limite e normalmente non è più possibile stipulare una Polizza Infortuni dopo i 75 anni d’età.

Curiosità e consigli

Ogni anno tra le mura domestiche avvengono più di 4 milioni di incidenti.
L’incidente domestico è soprattutto femminile 79% contro il 21% degli uomini. Le vittime preferite sono le donne anziane e le donne in carriera, poco pratiche all’ingegno casalingo. Il pericolo si trova soprattutto nei piccoli elettrodomestici. Gli errori più comuni sono commessi specialmente nell’uso di ferri da stiro, frullatori phon, forni a microonde e spazzolini elettrici. Le distrazioni più frequenti sono asciugarsi i capelli con i piedi bagnati, mettere l’acqua nel ferro da stiro a vapore senza staccare la spina o tenere sul bordo del lavabo gli spazzolini elettrici. Per non parlare delle fughe di gas; una donna su quattro non sa che cosa è una valvola di sicurezza. La cucina rimane il luogo più pericoloso della casa, seguita dal terrazzo e il giardino, poi abbiamo il bagno e per ultimi camera e soggiorno.
Riassumendo i vantaggi di stipulare una polizza infortuni sono molteplici; vale la pena ricordare: la detraibilità (secondo la normativa vigente), il rimborso delle spese mediche, la diaria giornaliera, l’indennità da ricovero e la copertura 24 ore su 24.
C’è da dire che dato il rischio i costi sono abbastanza contenuti, e oggi molte compagnie permettono la rateizzazione delle polizze stesse anche in rate mensili.
In ogni caso la polizza Infortuni dovrebbe rientrare tra le priorità del proprio management anche e soprattutto per non gravare eccessivamente sui propri cari.

 

di Giada Ammirati

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.