Mindful eating. Mangiare con consapevolezza

0
3374
Mindful eating. Mangiare con consapevolezza
2 (40%) 33 votes

Prendi un chicco di uva passa. Per prima cosa, guardalo con molta attenzione, come se vedessi per la prima volta un chicco di uvetta. Guarda il suo colore e le sue sfumature, la sua forma, la superfice e le piccole grinze. Adesso con dita leggere, sfioralo e esamina la sua consistenza.Tocca lentamente la sua superfice, esaminandone le irregolarità, schiaccia con leggerezza per saggiarne la consistenza. Poi annusalo per un po’. Infine, con consapevolezza, portalo alle labbra osservando la salivazione che aumenta. Mettilo in bocca continuando a porre attenzione alle sensazioni e assaporiandone il gusto. Quando sei pronto a deglutire, osserva l’impulso di ingoiare mentre va crescendo, in modo da vivere questa fase in piena consapevolezza.

Questo è il famoso esercizio dell’uvetta proposto da Kabat-Zinn nel suo primo volume sulla minfulness e che è usato negli incontri mindfulness di tutto il mondo per spiegare il concetto di “Consapevolezza”. Secondo la definizione di Jon Kabat-Zinn, Mindfulness significa “porre attenzione in un modo particolare: intenzionalmente, nel momento presente e in modo non giudicante”. La Mindfulness è una pratica che insegna a dirigere volontariamente la propria attenzione a ciò che accade nel proprio corpo e intorno a sé, momento per momento, ascoltando più accuratamente la propria esperienza, e osservandola per quello che è, senza valutarla o criticarla.
Mi voglio soffermare, oggi, sull’applicazione di questa disciplina all’alimentazione.
Uno degli effetti più importanti della Mindfulness è quello di aumentare la consapevolezza allenando la nostra attenzione a dirigersi verso il “momento presente” rendendoci sempre più attenti a tutte le nostre sensazioni. La Mindfulness ci aiuta a renderci conto anche dei comportamenti più semplici, automatici e abituali come il mangiare.
Solitamente, chi prova a fare l’esercizio dell’uvetta sperimenta sensazioni molto positive. Spesso le persone riportano che questo modo diverso di mangiare è molto piacevole, fa assaporare i gusti più intensamente, sembra gratificare e nutrire di più il nostro corpo.
Immaginate di applicare questo piccolo esercizio agli alimenti che compongono i nostri pasti, cosa succederebbe? Mindful eating significa mangiare essendo consapevoli di ogni singolo pasto e di ogni singolo morso. Questo modo di mangiare ci consentirà di apprezzare in pieno il vissuto sensoriale del mangiare e ci aiuterà a porre più attenzione a ciò che mettiamo nel nostro piatto. Mangiare con consapevolezza ci aiuterà ad apprezzare molto di più il nostro cibo che ci sembrerà più buono e gustoso. Inoltre, ci basterà mangiare di meno perché saremo appagati prima.
Come fare tutto ciò? Vediamo alcuni consigli per una quotidiana alimentazione mindfulness:

  • Inizia prestando attenzione a questa sfera della tua vita: concediti del tempo per i pasti e scegli il luogo giusto, lontano da apparecchi elettronici.
  • Mangia con i cinque sensi: nota i colori, i profumi, i suoni e le consistenze del cibo e come la mente reagisce ad esse e non solo al gusto. Quando metti il primo boccone di cibo in bocca, fai una breve pausa prima di masticarlo e nota il suo sapore come se fosse la prima volta che lo assaggi.
  • Servi il cibo in piccole porzioni: la moderazione è una componente essenziale del mangiare in modo consapevole ed evita la sovralimentazione e il sovrappeso.
  • Assaggia piccoli bocconi e mastica a fondo, ti aiuterà ad apprezzare pienamente il cibo e aiuterà la digestione.
  • Mangia lentamente: ti aiuterà a notare quando ti senti piacevolmente soddisfatto in modo tale da fermarti prima di mangiare troppo.
  • Non saltare i pasti: la fame spinge a nutrirsi in modo caotico e non mindful.
  • Fai attenzione a ciò che mangi: Chiediti cosa contiene il tuo cibo, esamina le etichette sulle confezioni degli alimenti. Chiediti da dove viene il tuo cibo, com’è stato coltivato o prodotto. Coloro che mangiano con consapevolezza guardano in profondità il pasto che stanno per mangiare, guardano ben oltre il bordo del piatto.

Bibliografia:
Vivere momento per momento di Jon Kabat-Zinn (Tea pratica)
Savor. Mindful Eating, Mindful Life di Thic Nhat Hanh e L. Cheung (HarperCollins Publishers)

 

di Luisa Buonocore

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.